A casa nella natura, al Pranzagerhof

Non è fantastico? Al mattino c’è chi ti apre la porta che dà sul giardino e tu corri più veloce che puoi sui morbidi prati verdi, rilucenti fresche gocce di rugiada, e ti ci rotoli sopra ben bene, inspirando l’aroma delizioso di galline e cavalli, pecore e capre, e dei splendidi caprioli e delle lepri del bosco vicino. Che vita! Wof!
A casa nella natura, al Pranzagerhof
Come a casa!

Come a casa!

Be’, forse vi interessa sapere un po’ meglio cosa piace ai miei padroni di questo posto. Prima hanno passato un’eternità a guardare fuori dalle finestre, dicendo cose che non capivo, panorama, montagne, AH e OH, che bello! Poi finalmente sono venuti al sodo e si sono messi a esplorare la casa assieme a me. La mia padrona è stata subito entusiasta della cucina, fornelli a induzione e frigorifero con vano freezer, così le piace! Abbiamo frugato insieme nei mobili, trovando pentole, padelle, tostapane, caffettiera, mixer a immersione, stoviglie e posate, fra cui un signor coltello che il mio padrone userà senz’altro per tagliarsi di nascosto un pezzo di formaggio. Perfetto, come a casa, dice lei. L’hanno entusiasmata soprattutto le belle ciotole e i taglieri torniti a mano – in legno di melo, noce e pino cembro dei boschi qui intorno, mi dice il mio naso – che non vanno messi in lavastoviglie, dice, altrimenti si rompono. Logico, no? Nel frattempo il mio padrone ha già provato il comodo divano e sta facendo zapping, con tutti quei canali satellitari andrà avanti per un’eternità. Come a casa, dice ancora la mia padrona guardandolo, ma non con lo stesso entusiasmo che aveva per pentole e padelle. In bagno accanto alla mia scodella dell’acqua ci sono una vasca da bagno in cui ci si può anche fare la doccia, bidet, WC, lavandino, asciugamani, sapone – e anche la carta igienica, nota la mia padrona con soddisfatto stupore. Attraverso una fessura sbircio nella camera da letto, tutti mobili artigianali in legno – l’ho già detto che amo il profumo dell’abete rosso? Che sonni beati aspettano i miei padroni!

Biologico è meglio.

Del mio naso mi posso fidare, e lui mi dice: dappertutto nei dintorni e anche all’interno, tutta natura pura! Gli arredamenti sono artigianali, i mobili in legno massiccio sono fatti addirittura con gli alberi che crescono nei boschi qui intorno. Puro legno di abete rosso, senza quelle lacché e quegli olii che il mio naso sensibile non può sopportare. Perfino i muri sono in materiale naturale, laterizio termico di 45 cm di spessore. Questo metodo di costruzione tradizionale ha il vantaggio di non aver nessun bisogno di isolazioni artificiali, e anche le mura e le pareti interne sono ricoperte soltanto da un intonaco di calce.
Tutto quel che brulica qui nel maso, ovviamente, è altrettanto naturale, e i cavalli, le pecore e le capre mi hanno raccontato che le variopinte erbe che crescono spontaneamente sui loro pascoli sono quanto di più buono si possa immaginare. È per questo che restano in salute, dice la contadina, ma ci sarei arrivato anche da solo.
Biologico è meglio.
Grandi momenti in famiglia.

Grandi momenti in famiglia.

I miei padroni ed io viviamo nell’appartamento “Malva”, perché a me e alla mia padrona piace soprattutto stare in giardino. Correre dietro alle farfalle sotto il sole o leccare la crema solare dal viso della mia padrona è davvero bellissimo. E altrettanto fantastico è che stavolta abbiano portato con loro tutto il loro branco, persino quelle piccole creature poco più alte del mio naso. Hanno un profumo sempre così buono quando ritornano dalla stalla!
Il resto del branco occupa gli altri tre appartamenti presenti nella casa. È perfetto, in questo modo abbiamo tutta la casa per noi, compreso lo spazio in comune! La cosa più bella è che cucinano sempre insieme e poi mangiano tutti nella stube. Allora io bado ai bambini e ripulisco il pavimento ogni volta che ai piccoli cade qualcosa dal piatto. Il mio padrone se la prende un po’ quando ai bambini cade qualcosa “per caso”. Allora dice: mi diventerai grasso, vecchio mio! Macché, dico io, con queste super-passeggiate che facciamo quasi tutti i giorni le calorie di troppo le brucio in un attimo!
Stamattina presto è stato particolarmente divertente: la mia padrona e i bambini hanno festeggiato un pigiama party fuori in giardino. Non sapevo che anche a loro piacesse tanto correre e rotolarsi nell’erba come a me!
Pluto, 4 anni, Milano
Di più